La biografia di Andrea Tidona

Andrea Tidona nasce a Modica (RG) il 30 novembre 1951. Si diploma all’Accademia dei Filodrammatici di Milano nel 1976 e debutta con la Compagnia dei Filodrammatici in “Tre quarti di luna” di Luigi Squarzina per la regia di Enrico D’Amato. E’ scritturato poi dal Piccolo Teatro di Milano, dove con Strehler lavora come attore e come aiuto regista per quattro stagioni. Le succesive quattro stagioni sarà con Glauco Mauri. In seguito ha lavorato con Cecchi, Freni, Manfrè, Zampieri, Zucchi, Puggelli , Sciaccaluga, Pugliese e molti altri. Nel cinema recita, tra gli altri, in due grandi film: “La vita è bella” di Roberto Benigni e “I cento passi” di Marco Tullio Giordana. Sempre diretto da Giordana, è tra i protagonisti de “La meglio gioventù” interpretazione che gli è valso il “Nastro d’Argento” come miglior attore protagonista. Ultimamente fa parte del cast dell’opera prima di Giacomo Martelli “In ascolto” ed è tra gli interpreti di “Il 7 e l’8” di Ficarra&Picone e Giambattista Avellino. In campo televisivo partecipa a numerose fictions e serie di successo tra le quali: “Il Maresciallo Rocca”, “La Piovra”, “Le ali della vita”, “Il commissario Montalbano”, ” Distretto di polizia”, “Il Capitano”, “Alcide De Gasperi”, “Borsellino”, “L’uomo sbagliato”, “Butta la luna”, “Il Capo dei capi”. Dal 2014 è il buon dottor Alfredi nella serie di grande successo internazionale “Braccialetti rossi”, diretta da Giacomo Campiotti, di cui nel 2016 va in onda, sempre su Raiuno, la terza serie.