La biografia di Paolo Sassanelli

Paolo Sassanelli nasce a Bari il 29 ottobre 1958. Traferitosi a Roma, comincia a lavorare come attore in teatro, diretto da registi come Vito Signorile, Nino Manfredi, Pierpaolo Sepe e Marcello Cotugno in opere che vanno da Goldoni a Calvino, da Shakespeare a Garcia Lorca. In televisione, dopo varie esperienze, raggiunge la notorietà con il film TV Don Chisciotte (1983) di Maurizio Scaparro, ma soprattutto con la serie TV Classe di ferro (1989) di Bruno Corbucci, nel ruolo del soldato Gabriele Serra, cameriere del ristorante Santa Lucia di Bari che è chiamato al servizio militare obbligatorio. Un ruolo che gli porta molta fortuna visto che entra nel cast di numerose fiction come, tra le altre, …Se non avessi l’amore (1991), film TV diretto da Leandro Castellani.
Il suo film d’esordio cinematografico è legato al regista Gianni Zanasi che lo dirige in Nella mischia (1994): primo di una lunga serie di pellicole che l’attore farà con l’autore. Poi arriva Colpo di luna (1995), diretto da Matteo Garrone che lo imporrà nel cast di molte sue opere. Dopo la commedia Matrimoni , diretta da Cristina Comencini, (1998) con Stefania Sandrelli, recita il ruolo del medico omosessuale Oscar, nella serie tv Un medico in famiglia (1998), di cui è da poco andata in onda la decima stagione su Raiuno. Innumerevoli, da allora, i film e le fiction cui prende parte, tra cui “L’ispettore Coliandro”, la cui sesta stagione è andata in onda da poco su Raidue.
Nel 2013 ottiene il Nastro d’argento come migliore attore non protagonista nel film Song’e Napule, dei Manetti Bros.
Paolo Sassanelli è sposato con l’attrice tedesca Marit Nissen con cui ha avuto due figli, Lilian (1993) e Ian (2001).