LEO GULLOTTA: «Mio padre mi ha insegnato a fare cannoli siciliani eccezionali»

Papà perché era pasticciere. Non proprietario di pasticceria, ma operaio in una famosa pasticceria di Catania. Lui mi ha insegnato a fare i cannoli, che sembra una cosa semplicissima, invece non lo è. E’ lui che mi ha fatto vedere come si lavora la ricotta con lo zucchero, fino a farla diventare una crema. E’ lui che mi ha insegnato a fare la scorza croccante e friabile.

Leggi il seguito

SEBASTIANO SOMMA: «Per fortuna ho fatto il militare a Palermo: lì ho imparato a preparare i cannoli»

Se la ricotta sta troppo tempo nel cannolo, la sfoglia si inumidisce e non è più croccante, quindi è meglio metterla al momento. E c’era questa pasticceria dove per la farcitura dei cannoli avevano dei bidoni di plastica colmi di ricotta dove ho sempre sognato di tuffarmi. Mi sono limitato a farmi dire bene come preparare l’impasto per poterli rifare.

Leggi il seguito