La biografia di Nina Soldano

Nina Soldano nasce a Pisa il 26 marzo 1963. Di origine pugliese, esordisce nel 1985 partecipando come ‘zingara’ al fianco di Pippo Baudo nel varietà “Fantastico 6”. Nel 1987 è ‘Miss Sud’ in “Indietro tutta” di Renzo Arbore. Dopo aver preso parte a due film di successo, “La notte degli squali” di Tonino Ricci, e “Delitti e profumi” di Vittorio De Sisti, nel 1989 raggiunge il successo apparendo tra i protagonisti della miniserie TV “Disperatamente Giulia”, insieme a Tahnee Welch, figlia di Raquel Welch, Laura Antonelli e Fabio Testi, per la regia di Enrico Maria Salerno. In seguito partecipa a molte altre fiction, come nel 1997, fa parte al cast della serie “In nome della famiglia”, nel ruolo di Fulvio Carrara, e dal 1997 al 1999, quando recita nella fortunata serie “Incantesimo”, con Paola Pitagora e Delia Boccardo, interpretando Luciana Galli. Seguono altre fiction come “Professione fantasma”, con Massimo Lopez, diretta da Vittorio De Sisti “Non lasciamoci più”, con Fabrizio Frizzi e Debora Caprioglio per la regia di Vittorio Sindoni, “Casa famiglia”, con Massimo dapporto e Arnoldo Foà, regia di Riccardo Donna, “Un caso di coscienza”, con Sebastiano Somma, regia di Luigi Perelli e “Il giudice Mastrangelo”, con Diego Abatantuono, regia di Enrico Oldoini. Dal 2003 raggiunge la massima popolarità essendo tra i protagonisti della soap opera italiana più longeva (20 anni) e di maggior successo, Un posto al sole (nata nel 1996), nei panni di Marina Giordano, che veste tuttora. Nel 2013 l’Associazione Culturale Italiana di New York le assegna un premio come attrice italiana più popolare all’estero.