La biografia di Vanessa Gravina

Vanessa Gravina

Vanessa Gravina nasce a Milano il 4 gennaio 1974. A soli sei mesi è la protagonista di una pubblicità di passeggini per Carosello. Inizia da giovane l’attività di artista, posando per campagne pubblicitarie a opera di famosi fotografi. Nel 1981, a 7 anni, debutta nella trasmissione radiofonica Torno subito di Diego Cugia. Quattro anni dopo esordisce sul grande schermo con il film “Colpo di fulmine”, regia di Marco Risi, ottenendo una candidatura al Nastro d’argento come migliore attrice esordiente. Seguono, tra gli altri: “Maramao” (1987), opera prima di Giovanni Veronesi; “32 dicembre” (1988), diretto da Luciano De Crescenzo; e “Due fratelli” (1988), per la regia di Alberto Lattuada. In televisione debutta nel 1988, quando partecipa alla prima serie di  “Don Tonino”, con Gigi e Andrea. Partecipa poi a “La piovra 4” (1989) e “La piovra 5 – Il cuore del problema” (1990), entrambe dirette da Luigi Perelli. Nel 1991 arriva il grande teatro quando Giorgio Strehler la sceglie per interpretare il ruolo di Hilde ne “La donna del mare” di Henrik Ibsen, al Piccolo Teatro di Milano. Nel 2000, dopo un’esperienza cinematografica in Francia, torna in Italia per girare la serie televisiva “Ricominciare”, trasmessa su Rai 1 dal 18 settembre 2000 al 27 giugno 2001. Sempre nel 2001 è protagonista della quarta stagione della serie tv “Incantesimo”, diretta da Alessandro Cane e Leandro Castellani, dove interpreta la dottoressa Paola Duprè, ruolo che le ha portato non solo un grande successo di pubblico, ma anche due premi: la Grolla d’oro come miglior attrice televisiva e il premio televisivo al Festival di Salerno. Dopo l’uscita da “Incantesimo” entra nel cast di “CentoVetrine”, in onda su Canale 5, dove interpreta il ruolo dell’avvocato Claudia Corelli. Nel 2005 è il magistrato Simona Federici nella terza stagione della miniserie “Sospetti”, diretta da Luigi Perelli e trasmessa su Ria 1. Dopo ulteriori esperienze cinematografiche e televisive in Francia, rientra in Italia per partecipare ad altri due film per il cinema: “L’uomo privato” (2007), regia di Emidio Greco, e “Principessa part time” (2008), regia di Giorgio Arcelli. Negli ultimi anni, in teatro, è stata tra gli interpreti di “La signorina Giulia” di August Strindberg sotto la regia di Armando Pugliese, “Vestire gli ignudi” di Luigi Pirandello regia di Walter Manfrè e “La bisbetica domata” di William Shakespeare, regia ancora di Pugliese. Nella scorsa stagione teatrale è stata protagonista de “Il piacere dell’onestà”, di Luigi Pirandello per la regia di Liliana Cavani con Geppy Gleijeses, che riprenderà a partire da maggio al Teatro Carignano di Torino

Il 16 dicembre 2015 a Roma, sposa Domenico Pimpinella, manager e vicedirettore dell’Ente Previdenziale Enpam.